“IDENTIKIT”: LA NUOVA MOSTRA A S. MERCURIALE DEL PITTORE CARLO RAVAIOLI

Listener

Prosegue la rassegna S.M.ART – San Mercuriale Art

 8 MARZO 2015

 IDENTIKIT opere di Carlo Ravaioli

 Nel Chiostro di San Mercuriale prosegue la rassegna S.M.ART – San Mercuriale Art,  organizzata da Club Unesco Forlì, Agenzia Essere elite, Aps Punto Donna.

Il secondo appuntamento è  domenica 8 marzo e avrà come protagonista il pittore forlivese Carlo Ravaioli con una selezione di opere dal titolo “Identikit”.

Nell’anno della grande mostra dedicata a Boldini e nella giornata mondiale della Festa della Donna, continua l’esposizione di opere d’arte con al centro la figura femminile, ogni volta rappresentata da artisti con sguardo e stili differenti.

L’iniziativa rientra nelle azioni del progetto Cultura Etica, promosso dal Club Unesco di Forlì con il fine rendere il Ch...

Continua a leggere

NEWSLETTER ETICA MAGGIO 2017

La ricorrenza di maggio 1° maggio 1282: la Battaglia di Forlì e il “sanguinoso mucchio” di francesi Il 30 aprile e il 1° maggio sono da secoli due date molto significative nella storia di Forlì: il 30 aprile si celebrava San Mercuriale e il 1° maggio, nell’anniversario della morte (1345), si festeggia tuttora San Pellegrino Laziosi, due dei compatroni della città insieme a San Valeriano e alla Madonna del Fuoco. Durante il dominio dei Riario Sforza, il 30 aprile 1488, fu un giorno molto importante, poiché in quella data Caterina Sforza riuscì a riprendere il potere della signoria, dopo il colpo di mano dei fratelli Orsi che, il 14 aprile, aveva portato all’uccisione di Girolamo Riario. Certamente però l’evento più rilevante, legato a queste due date, risale al 1282, quando, tra il 30 aprile e il 1° maggio, avvenne la prima delle due carneficine della storia della città (la seconda fu quella che si consumò la sera del 12 gennaio 1500 a opera dei soldati di Cesare Borgia, in seguito alla caduta della Rocca di Ravaldino). L’evento di sangue, noto anche come la “Battaglia di Forlì”, si svolse tra un esercito reclutato in Francia, inviato da papa Martino IV nel tentativo di sottomettere i ghibellini for

Continua a leggere

NEWSLETTER ETICA APRILE 2017

La ricorrenza di aprile
Il 2 aprile 1840, dopo 3 giorni di agonia, moriva Michele Placucci, padre fondatore degli studi
etnografici romagnoli
Nel 1840, l’attuale via Moroni, traversa di corso Garibaldi, fu teatro di un efferato delitto, in parte
irrisolto. Il 30 marzo, mentre rincasava, Michele Placucci fu aggredito in quest’angusta viuzza. Il
misterioso assalitore gli sferrò una violenta coltellata che gli perforò un polmone. La ferita causò al
Placucci un’agonia terribile che, il 2 aprile, lo condusse alla morte.

Continua a leggere

VISITE ALLA MOSTRA ART DECO

INIZIATIVE DEL CLUB: VISITE ALLA MOSTRA ART DECO AI MUSEI DI S.DOMENICO

Abbiamo programmato 2 visite:

DOMENICA 12 MARZO ORE 10,40 (ritrovo alle 10,15 per disbrigo pratiche: guardaroba riservato, biglietti, sistema audio)

DOMENICA 26 MARZO ORE 10,30 (ritrovo ore 10,05

LA PARTECIPAZIONE VA CONFERMATA ENTRO IL 10 MARZO (CELL 366-4987403 MAIL INFO@UNESCOFORLI.ORG)

COSTO: tariffa ridotta per gruppi euro 11 a persone (10 + 1 prevendita) anche per ragazzi da 15 a 18 anni. Per nuclei familiari di 4 persone (2 adulti + 2 minori fino a 14 anni) euro 26 totali (25+1 prevendita) anche all’interno del gruppo: segnalare all’atto della prenotazione; bambini da 6 a 14 anni euro 5,50 (5+0,50 prevendita).

Costo guida a carico del club per i soci euro 5 per non soci.

Non sono previste riduzioni per resid...

Continua a leggere

NEWSLETTER ETICA MARZO 2017

La ricorrenza di marzo

20 anni fa ci lasciava prematuramente la scultrice Carmen Silvestroni

Carmen Silvestroni nacque a Forlì il 28 gennaio 1939 in una grande casa voluta dal padre per una famiglia che contava dodici elementi: due genitori, nove figli e una nonna.

Nel 1960, sotto la guida dei maestri Angelo Biancini e Carlo Zauli, conseguì il diploma presso l’Istituto per la Ceramica di Faenza. Subito dopo il professor Sergio Selli le affidò il restauro della statua di San Mercuriale, posta sotto l’altare maggiore della basilica in Piazza Saffi a Forlì.

Continua a leggere

NEWSLETTER ETICA FEBBRAIO 2017

La ricorrenza di febbraio

4 febbraio 1797: Napoleone Bonaparte entra a Forlì

L’avanguardia dell’esercito francese, guidata dal generale Charles Pierre François Augereau, fece il suo primo ingresso a Forlì il 24 giugno 1796, attraverso Porta Schiavonia. La città venne saccheggiata e depredata, spezzando uno status quo che perdurava da circa tre secoli, ovvero da quando aveva avuto inizio il dominio diretto della Chiesa. Il comando francese si insediò all’Albergo della Posta, sito nell’attuale corso della Repubblica, mentre un reggimento di sessanta dragoni si accampò alla barriera di Schiavonia.

Continua a leggere

NEWSLETTER ETICA GENNAIO 2017

LA RICORRENZA DI GENNAIO
27 GENNAIO GIORNO DELLA MEMORIA
LISSI LEWIN E LE VITTIME DEGLI ECCIDI NAZISTI A FORLÌ
Dal 2005, il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria, la ricorrenza internazionale che commemora le vittime dell’Olocausto e che è stata istituita dalle Nazioni Unite in occasione del sessantesimo anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti. In questo giorno, in particolare, si ricorda la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945 a opera delle truppe dell’Armata Rossa. Fu proprio ...

Continua a leggere

NEWSLETTER DEL CLUB UNESCO

INCONTRO DEL CLUB

MARTEDI’ 29 NOVEMBRE ALLE ORE 19,30 INCONTRO DEI SOCI DEL CLUB UNESCO PRESSO IL

JUMP CAFE’ IN PIAZZA MORGAGNI 7 A FORLI’

VISITA ALLA MOSTRA “GENESI”

VISITEREMO LA MOSTRA “GENESI” DI SEBASTIAO SALGADO PRESSO LA CHIESA SAN GIACOMO IN SAN DOMENICO

SONO PREVISTI 3 TURNI DI VISITE:

- DOMENICA 11 DICEMBRE:                                                                     – DOMENICA 18 DICEMBRE:

  PRIMO TURNO ALLE ORE 10,20                                                            TERZO TURNO ALLE ORE 10,20

  SECONDO TURNO ALLE ORE 14,20

IL COSTO E’ DI 15 EURO A PERSONA GUIDA COMPRESA

E’ NECESSARIO PRENOTARSI ENTRO GIOVEDI’ 1 DICEMBRE TELEFONANDO AL 366 4987403

O VIA MAIL

Continua a leggere

NEWS LETTER ETICA NOVEMBRE 2016

LA RICORRENZA DI NOVEMBRE

3 NOVEMBRE 1867 MORIVA A MENTANA ACHILLE CANTONI

Addio o forlivesi

ci rivedremo un dì

se arrivo andare a Roma

non torno più a Forlì

Scriverò una letterina

diretta alla mia mammà

che suo figlio Achille

si trova in campo ammalà

Attacca i suoi cavalli

la prende anche il fucil

e la si mette in strada

come un garibaldin

Quando fu a metà strada

incontra un contadin

era vestito di panno

di panno del più fin

Dimmi o contadino

dimmi la verità

quel pann che porti indosso

dove tu l’hai comprà?

Non voglio dir bugie

voglio dire la verità

a un generale sul campo

che noi abbiam spoglià

E lei si mise a piangere

a piangere e sospirar

Povero il mio Achille

dove me l’hanno ammazzà?

Dimmi o contadino

sapresti voi insegnar

la tomba del Cantoni

in dove la ci stà?

Andate u...

Continua a leggere

INVITO A PALAZZO

Sabato 1 ottobre apre al pubblico il Palazzo di Residenza a Forlì con
l’esposizione “Banca d’arte–Artisti forlivesi nella collezione della Cassa dei
Risparmi di Forlì e della Romagna”
Visite guidate gratuite e laboratorio “L’Ape e il SalvaDesiderio” per bambini 
dai 6 a i 10 anni
Sabato 1 ottobre, dalle ore 10 alle 19, apertura straordinaria al pubblico
dello storico Palazzo di Residenza di Cariromagna, in corso della Repubblica 14 a Forlì.
Si ripropone l’appuntamento annuale con “Invito a Palazzo”, promosso dall’Associazione Bancaria
Italiana e giunto alla 15^ edizione, che permetterà di visitare a Forlì, oltre alla Residenza di
Cariromagna, unica banca della città ad aver aderito alla manifestazione, anche il Palazzo ex Monte
di Pietà in corso Garibaldi 4...

Continua a leggere

NEWS LETTER ETICA OTTOBRE 2016

A 100 ANNI DALLA SCOMPARSA DI OLINDO GUERRINI
IL RICORDO DI UN ROMAGNOLO DAI MILLE VOLTI E DALLE MILLE PASSIONI
«Sono nato (ahimè!) a Forlì; ma la mia vera patria è Sant’Alberto, 15 km al nord di Ravenna, dove i
miei avi hanno sempre vissuto» (O. Guerrini, “La mia giovinezza”, Zanichelli, 1916).
Può apparire non certo come una dichiarazione d’amore per la nostra città questa affermazione di
Olindo Guerrini, tratta dalle sue note autobiografiche. In realtà, a voler leggere tra le righe, in
quell’«ahimè!» si potrebbe anche intravedere una malcelata vena di malinconia, un lamento di
nostalgia per la città natia, da cui proveniva la madre Paola Giulianini.
Olindo Guerrini nacque a Forlì il 4 ottobre 1845, nella casa della famiglia materna, che si trovava
nell’attuale corso Diaz al numero 116, nel palazzo divenuto tristemente famoso perché, nell’aprile
del 1988, fu teatro dell’efferata uccisione del senatore Roberto Ruffilli a opera di un commando
delle Brigate Rosse.

Continua a leggere