NEWSLETTER ETICA AGOSTO 2017

LA RICORRENZA DI AGOSTO

 Il 2 agosto 1919 i forlivesi Tullo Morgagni e Luigi Ridolfi perdevano la vita in un tragico incidente aereo

 Quest’anno il Giro d’Italia ha festeggiato la centesima edizione e per onorare il suo principale ideatore, il giornalista Tullo Morgagni, nato a Forlì nel 1881, ha fatto tappa in Romagna. Non tutti sanno che Morgagni perse la vita, il 2 agosto 1919, in un tragico incidente aereo. Il disastro, uno dei primissimi dell’allora nascente aeronautica civile italiana, avvenne mentre il Caproni, guidato da un altro forlivese, il giovane e ardimentoso pilota Luigi Ridolfi, eroe della Prima guerra mondiale, sorvolava il cielo di Verona, nel raid di prova Milano-Venezia-Milano.

La storia dello schianto di Verona e di questi due brillanti forlivesi, membri di quella che allora poteva essere definita la “Meglio Gioventù” italiana, farà parte del libro di prossima uscita “Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna” volume 2, scritto a quattro mani dal sottoscritto insieme a Gabriele Zelli, edito dalla casa editrice «Il Ponte Vecchio».

«Nel Cielo», supplemento quindicinale del «Secolo Illustrato» – fondato il 24 dicembre 1917 col motto di “Più alto, più oltre” dallo stesso Tullo Morgagni – , raccontò come segue il fatale schianto in cui perse la vita il direttore della rivista.

«Nessuna parola può rendere adeguatamente la vasta tragicità della grande catastrofe su cui grava tuttora l’ombra di un mistero che forse nessuno potrà mai svelare. Contraddittorie, in parte, sono le testimonianze di coloro che hanno assistito alla terribile caduta e le ricerche dei competenti e dei tecnici per stabilirne le cause che rimangono tuttora nel campo delle ipotesi. La fatale disgrazia avvenne il giorno 2 scorso. Il “Ca. 600” che aveva compiuto pochi giorni prima il raid Milano-Torino e ritorno, e che nella mattinata aveva effettuato felicemente il viaggio da Milano a Venezia, doveva precipitare sulla rotta del ritorno, e precisamente all’altezza di Verona. Facevano parte dell’equipaggio, oltre i piloti Marco Resnati e Luigi Ridolfi, cinque giornalisti milanesi: il nostro compianto Direttore Tullio Morgagni, Tancredi Zanghieri, del «Secolo», Oreste Cipriani, del «Corriere della Sera», Mario Bruni della «Sera», Bisi del «Mondo»; gli altri passeggeri erano: il tenente Sante Rovida, l’industriale Giovanni Bernareggi, Carlo Corbetta, Giacono Casiraghi, Luigi Chiesura, Mario Bertolini, i motoristi Luigi Gascone e Guglielmo Visconti. Verso le 17, fu notata da molti cittadini la caduta dal cielo di larghi brandelli di tela, che ondeggiavano portati dal vento. Alla prima sensazione di sorpresa e di stupore succedette immediatamente il presagio di una sciagura aerea. I sospetti più tristi dovevano purtroppo avverarsi: il grande aeroplano “Caproni” che era passato al mattino, diretto a Venezia, librandosi vittoriosamente alto nella limpida atmosfera, era precipitato da un altezza di oltre mille metri, sfasciandosi, e travolgendo in un turbine di morte la vita di sedici passeggeri. Alcuni affermano che mentre le parti più fragili e più leggere si staccavano dall’apparecchio, la carlinga, i tronconi delle fusoliere e delle ali piombavano a precipizio verso la città, mentre guizzi di fiamme si sprigionavano dai motori. Tuttavia, la ipotesi di un incendio venne presto esclusa, essendosi constatato che i rottami di legno e di tela non recavano alcuna traccia di bruciatura. Dopo alcuni scoppi, uditi da terra, fu vista un ala del velivolo staccarsi, il corpo dell’apparecchio precipitare, e i passeggeri cadere successivamente nel vuoto. I resti del grande biplano si abbatterono in un raggio di 400 metri nei pressi di Porta Palio, e agli accorsi la tragedia si rivelò nel più terribile aspetto. I cadaveri dei disgraziati aviatori, martoriati vennero rinvenuti nei luoghi più diversi; avevano segnato nel terreno un’impronta profonda che ne accennava nitidamente la linea. Il corpo del nostro povero Direttore, veniva tosto riconosciuto, poco discosto dalla massa principale dei rottami, in mezzo ai quali giacevano, vicinissime, le spoglie dei piloti. Uno dei passeggeri era caduto nel canale industriale: venne tratto a riva esanime, da un cittadino. Il corpo del sedicesimo passeggero, tenente Giannetto Medini, salito a bordo a Venezia, e pure caduto nel canale, non venne che ripescato che parecchi giorni dopo. Quello di Giannetto Bisi non venne riconosciuta fra quelli dei caduti; né venne finora ritrovato. La visione del luogo della catastrofe non poteva offrire un contrasto più impressionante fra l’aspetto squallido della radura sulla quale gli sciagurati si erano abbattuti e i resti informi dispersi all’intorno. Sotto il terrapieno che limita da un lato il macabro campo, si stendeva l’enorme groviglio dei rottami principali della carlinga, dei tronconi, della coda, delle fusoliere, delle nervature, del carrello appiattito. Una ruota contro l’altra, pezzi informi di armature, tutto si presentava raccolto in uno stretto cerchio. Sull’orlo del terrapieno erano altri ammassi di resti e, sprofondato totalmente nel terreno, uno dei motori, i cui cilindri figuravano spaccati a metà, come tagliati da una scure gigante. Un secondo motore, parimenti sprofondato e non diverso nell’apparenza, ha scavato una buca profonda, dal lato opposto al prato, a forse cento metri di distanza. Il terzo è finito contro le siepi che limitano il campo, in un prato dietro le case allineate lungo la strada di Santa Lucia, a circa duecento metri. La folla, accorsa sul luogo, veniva trattenuta dai carabinieri. Poche ore dopo la fatale disgrazia, le salme degli aviatori venivano rimosse e riunite in una camera ardente».

 

GLI EVENTI DI AGOSTO 2017

DOVADOLA: PROROGATA AL 31 AGOSTO LA CHIUSURA DELLA MOSTRA “FIORI RECISI”

È stata prorogata al 31 agosto la chiusura della mostra fotografica “Fiori recisi” di Olimpia Lalli in corso presso Corte San Ruffillo, via San Ruffillo 1, Dovadola.

L’esposizione è visitabile durante gli orari di apertura del ristorante. Per informazioni 0543934674.

 

DOVADOLA: CAMMINATA NOTTURNA DEL PERDONO DA CASTROCARO E DOVADOLA A MONTEPAOLO

Martedì 1 agosto 2017, con partenza alle ore 18.45 dalla Chiesa di San Nicolò e Francesco di Castrocaro Terme, oppure dalla Chiesa della SS. Annunziata di Dovadola, e arrivo dei due gruppi previsto per le ore 21.00 al Santuario e Eremo di Sant’Antonio di Padova a Montepaolo, si svolgerà la “Camminata notturna del Perdono”, iniziativa organizzata dal Comitato Montepaolo per Sant’Antonio. A seguire, alle ore 21.30, riflessione su “Il significato di Perdono” tenuta da Padre Costantino Tamagnini e alle 22.15 celebrazione della Santa Messa. Per il rientro non è previsto il servizio navetta.

Dalle ore 18.00 presso l’Eremo sarà attivo un punto di ristoro. Per informazioni 3312190902.

 

FILETTO DI RAVENNA: COME ERAVAMO… MUSICA IN VILLA

Martedì 1 agosto 2017, alle ore 21.00, presso Villa Marisa, via Nuova 66, Filetto di Ravenna, per la rassegna “Sere d’estate 2017”, l’Orchestra Volare sarà protagonista di una serata dal titolo “Come eravamo… Musica in villa: viaggio nella musica italiana”.

Ingresso a offerta libera.

 

BAGNACAVALLO: QUELLO CHE PASSA IL CONVENTO

Martedì 1 agosto 2017, alle ore 21.00, presso l’antico Convento di San Francesco, via Cadorna 10, Bagnacavallo, Alessandro Pieri sarà il protagonista del monologo “I nostri Classici: l’Elenco del Telefono”.

Il monologo è nato dall’idea di una rassegna letteraria intitolata “Digerire i Classici”, realizzata a Cesena presso la Biblioteca Malatestiana, nella quale artisti professionisti, attori, poeti, scrittori e musicisti interpretavano a proprio modo un classico della letteratura da loro scelto e al quale fossero affezionati. Quindi tra vari Pinocchi, Orlandi Furiosi, Delitti e Castighi, ecc. “qualcuno” ha deciso di affrontare coraggiosamente, per la prima volta, un testo diverso ma che sicuramente ognuno di noi non può non ammettere di avere in qualche modo letto, insomma un classico dei classici, Come ebbe a rispondere Umberto Eco, quando fu insignito di un’onorificenza alla Sorbona di Parigi, alla domanda su quale unico testo si sarebbe portato dietro su un’isola deserta: “L’elenco telefonico!”.

L’autore e attore Alessandro Pieri tiene a sottolineare che tutti i riferimenti, nomi, luoghi e numeri sono al 99 per cento veritieri e verificabili, non al 100 per cento per ovvi motivi di privacy; dimostrazione questa di una minuziosa e sorprendente ricerca, diciamo così, bibliografica.

Ingresso libero.

 

FAENZA: CONCERTO DI ASLEY HUTCHINGS AND BLAIR DUNLOP

Martedì 1 agosto 2017, alle ore 21.30, presso il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, via Baccarini 19, si terrà un concerto che vedrà come protagonisti Asley Hutchings and Blair Dunlop.

Ingresso 3 euro.

 

MILANO MARITTIMA: CONCERTO IN PINETA

Mercoledì 2 agosto 2017, alle ore 18.00, all’ingresso della pineta antistante lo Stadio dei Pini Germano Todoli di Milano Marittima, il duo Matilde e Celeste Pirazzini terrà un concerto dal titolo “Canzoni della Romagna e oltre”.

Partecipazione libera.

 

CASTROCARO TERME: LA ROMAGNA CON I TUOI

Mercoledì 2 agosto 2017, alle ore 21.00, in Piazza Macchiavelli, Castrocaro Terme, si terrà una serata dedicata alla musica romagnola con Moreno il Biondo e l’Orchestra Grande Evento.

Ingresso offerta libera.

 

CESENATICO: IL TRENO DELLE VACANZE . MEMORIA POETICA DEL 2 AGOSTO

Mercoledì 2 agosto 2017, alle ore 21.00, presso Casa Moretti di Cesenatico, per la rassegna “La serenata delle zanzare. Incontri di poesia e musica a Casa Moretti”, si svolgerà una serata dal titolo “Il treno delle vacanze. Memoria poetica del 2 agosto”. L’incontro con Matteo Fantuzzi, coordinato da Stefano Simoncelli, sarà accompagnato dalla proiezione di immagini di Daniele Ferroni per rievocare in versi la strage alla stazione di Bologna dell’estate 1980.

Ingresso libero.

 

BERTINORO: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “SAPORE MARINO”

Giovedì 3 agosto 2017, alle ore 18.00, presso la Corte interna della Rocca Vescovile, via Frangipane 6, Bertinoro, verrà presentato il libro “Sapore Marino” di Manuela Ricci, Conservatrice di Casa Moretti di Cesenatico. La pubblicazione conduce alla scoperta di nuove tracce e sfumature sulla scrittura di Marino Moretti, che si rivolgono alla scienza culinaria di cui Pellegrino Artusi fu egregio esponente. Un percorso tra riti e ricette di una cucina ricca e semplice allo stesso tempo, patrimonio dell’identità culturale della terra di Romagna.

Ingresso libero.

 

CERVIA: BORGOMARINA VETRINA DI ROMAGNA

Giovedì 3 agosto 2017, alle ore 21.00, nel piazzale Maffei antistante la Torre San Michele di Cervia, per la rassegna Borgomarina Vetrina di Romagna, si svolgerà una serata dedicata a “I colori della natura”; proiezioni a cura di Guerrino Gori, etologo e naturalista, di suggestive immagini relative alla salina di Cervia e agli altri ambienti naturali protetti del Parco del Delta del Po.

Partecipazione libera.

 

FORLÌ: RICORDO DI SILVER SIROTTI

Venerdì 4 agosto 2017, alle ore 10.00, presso il parco “Silver Sirotti” di via Ribolle, località Ca’ Ossi, Forlì, in occasione dell’anniversario dell’attentato al Treno Italicus, verrà ricordato il forlivese Silver Sirotti, il valoroso ferroviere che perse la vita nel tentativo di salvare alcuni passeggeri presenti in uno dei vagoni colpiti dall’esplosione e per questo insignito di Medaglia d’oro al valor civile alla memoria. Sarà presente Davide Drei, sindaco di Forlì.

Le iniziative in ricordo di Sirotti proseguiranno, alle ore 21.00, in Piazzetta della Misura, con il concerto del coro “Intercity Gospel Train Orchestra”.

Partecipazione libera.

 

MANDRIOLE DI RAVENNA: FESTA DELLA TRAFILA GARIBALDINA

Venerdì 4 agosto 2017, a partire dalle ore 18.00, presso la Fattoria Giuccioli, casa dove morì Anita Garibaldi, via Mandriole 286, Mandriole di Ravenna, si svolgerà la X Festa della Trafila Garibaldina. Il programma prevede alle ore 18.00 l’alzabandiera a cura delle associazioni d’arma; alle 18.15 gli interventi di Lorenzo Cottignoli, presidente della Federazione delle Cooperative di Ravenna, Eugenio Fusignani, vice sindaco di Ravenna, Giannantonio Mingozzi, presidente Fondazione Museo del Risorgimento; a seguire presentazione del progetto “Una rosa per Anita” a cura di Nevio Magnani e Andrea Antonioli, rispettivamente presidente e direttore del Museo e della Biblioteca Renzi di Borghi, Camillo Giorgi, dell’Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci” di Cesena; alle ore 19.15 scoprimento della targa “Una rosa per Anita”; ore 19.30 commemorazione della morte di Anita Garibaldi; ore 20.00 apertura dello stand gastronomico. Durante il corso dell’incontro verrà fatto omaggio ai presenti del lavoro di Antonio Fogli “Gli Ombrelli di Garibaldi”.

Partecipazione libera.

 

PREDAPPIO: QUANDO AMORE PARLA

Venerdì 4 agosto 2017, alle ore 21.15 e alle ore 22.45, presso la Rocca di Predappio Alta, la Compagnia Teatro delle Forchette metterà in scena “Quando amore parla – I sonetti d’amore di William Shakespeare”, adattamento e regia di Giuseppe Verrelli.

Ingresso libero.

 

FORLÌ: COMMEMORAZIONE DEI CADUTI DELLA COMUNITÀ SIKH

Sabato 5 agosto 2017, con inzio alle ore 10.30, presso il Cimitero di Guerra di via Ravegnana, Forlì, si svolgerà la cerimonia di commemorazione dei soldati Sikh che, combattendo nel Secondo conflitto mondiale nelle fila dell’Ottava Armata Britannica, caddero nel nostro territorio e sono ricordati nel monumento posto al centro del Cimitero dell’Indian Army.

Al termine della manifestazione, promossa dall’Associazione World Sikh Shaheed Military, verrà offerto ai presenti un convivio.

Partecipazione libera.

 

RAVENNA: A SEM DI RUMAGNUL

Domenica 6 agosto 2017, alle ore 21.00, in piazza Medaglie d’Oro, Ravenna, il Trio Iftode e Gabriele Zelli proporranno lo spettacolo “A sem di Rumagnul”. Teddi Iftode (primo violino), Radu Iftode (secondo violino), Vlad Iftode (tastiere) eseguiranno brani di Carlo Brighi (Zaclén), Secondo Casadei, Romolo Zanzi, Ferrer Rossi. Gabriele Zelli racconterà aneddoti divertenti sulla Romagna e i romagnoli.

Partecipazione libera.

 

SEGNALAZIONE

 

PRANZO SOLIDALE 2017 – APERTA LA PREVENDITA

Aperta la prevendita dei biglietti per la nuova edizione del Pranzo solidale che si terrà, nell’ambito della Settimana del Buon Vivere, domenica 24 settembre 2017, alle ore 12.00, al Parco Urbano Franco Agosto di Forlì. L’incasso sarà interamente devoluto all’Emporio della Solidarietà. Il biglietto costa 10 euro (gratis per i bambini sotto i 6 anni) e si può acquistare alla Caritas di via dei Mille 28 (Tel. 054330299); all’Emporio di via Lunga 49 (Tel. 0543701915); a Formula Servizi, via Monteverdi 31 (Tel. 0543474801); alla Settimana del Buon Vivere, via Monteverdi 6/B (Tel. 0543785429).